Alla scoperta della vita di San Martino di Tours
11 Novembre 2023
sant'antonio di padova
La vita di Sant’Antonio di Padova
14 Maggio 2024
Alla scoperta della vita di San Martino di Tours
11 Novembre 2023
sant'antonio di padova
La vita di Sant’Antonio di Padova
14 Maggio 2024

La vita e le opere di San Francesco di Assisi

La Vita

Francesco d’Assisi era un religioso e un predicatore italiano e nacque nel 1182 da una famiglia di ricchi mercanti. Inizialmente venne chiamato Giovanni, ma successivamente venne battezzato come Francesco. Nella sua vita studiò il latino, francese, la poesia, il volgare e la musica. All’età di vent’anni partecipò alla guerra tra Perugia e Assisi e venne fatto prigioniero; successivamente si ammalò ma si rimise in forze e guarì. Francesco ebbe un’esperienza spirituale che lo portò a rinunciare a tutte le sue ricchezze materiali per dedicarsi alle opere di carità, a vivere in povertà e distribuendo i suoi averi ai poveri e a chi ne aveva bisogno; per questa sua scelta entrò in contrasto con il padre e anche molti dei suoi amici lo abbandonarono.

Successivamente si dedicò all’eremitaggio e, tornato dopo due anni, iniziò a predicare il Vangelo tra la popolazione. Nel 1209 fondò l’ordine dei Frati Minori, conosciuti anche come francescani e si diffusero in Europa svolgendo attività nella predicazione e nella cura delle persone povere. Per anni decise di dedicarsi insieme ai suoi compagni a servire nei lebbrosari.

Il suo amore per la natura e gli animali è evidente anche nel celebre “Cantico delle creature”, il quale si tratta di un inno poetico che cerca di esprimere gratitudine per tutte le creature di Dio. Ogni anno, il 4 ottobre, in occasione della festa di San Francesco, molte chiese offrono la benedizione degli animali. Questo evento attira spesso i turisti e gli amanti degli animali che portano i loro animali domestici per ricevere la benedizione.

Francesco viaggiò molto nella sua vita per diffondere il messaggio di umiltà e amore : durante uno di questi viaggi giunse al santuario di San Giacomo di Compostela in Spagna, ma per motivi di salute fu costretto a tornare indietro. La tradizione narra che abbia ricevuto le stigmate, le cosiddette “ferite di Cristo” ma che abbia continuato il suo percorso con forza, ma con il passare del tempo le sue malattie si svilupparono sempre di più, aggravando la situazione. Venne a mancare nel 1226 a Porziuncola, una piccola Chiesa nei pressi di Assisi.

Il suo spirito di umiltà e umanità lo hanno reso amato universalmente dai cristiani e non. La vita di Francesco d’Assisi rappresenta uno straordinario esempio di come una persona possa dedicare sè stessa e il mondo che la circonda attraverso la semplicità, la compassione e la dedizione al servizio.

La Basilica di Assisi

La Basilica di San Francesco d’Assisi è un importante luogo di culto e pellegrinaggio dedicato al santo patrono d’Italia da cui prende il nome, ed è stata fondata nel XIII secolo. La costruzione della Basilica fu avviata nel 1228 da Papa Gregorio IX e fu consacrata il 25 maggio 1253 da Papa Innocenzo IV.

È composta da due chiese sovrapposte: La Basilica Superiore e quella Inferiore.

  • La Basilica Superiore fu costruita fra il 1228 e il 1230 ed è considerata uno dei più importanti esempi di architettura gotica in Italia. La sua facciata è ornata con mosaici rappresentanti scene della vita di San Francesco.
  • La Basilica Inferiore, fu costruita poco dopo ed è caratterizzata da affreschi, che sono opere di vari artisti fra cui Cimabue e Giotto.

Le principali reliquie di San Francesco presenti all’interno della Basilica sono:

  • Il corpo di San Francesco: la sua tomba è situata nella cripta sottostante la Basilica Superiore;
  • Alcuni oggetti personali del Santo si trovano nella Chiesa, tra cui un saio (abito francescano), sandali e vari oggetti che appartenevano a San Francesco. Gli oggetti sono esposti nel Museo della Basilica.

Un ulteriore reliquia è la Cintola di San Francesco, la quale viene conservata e mostrata ai fedeli in una teca nella Basilica Inferiore. Secondo la tradizione, lui la ricevette come dono dalla Vergine Maria.

Oggi la Basilica resta un luogo di culto dove si può partecipare alle celebrazioni eucaristiche e alla messa. Durante il periodo estivo viene celebrata la “Messa del Pellegrino”, ogni giorno feriale alle 18:00 nella Chiesa Inferiore.

Curiosità

Il Cammino di San Francesco è un percorso di pellegrinaggio che segue le orme del santo da Firenze ad Assisi, passando per città e paesaggi suggestivi. Questo sentiero è diventato una meta per i turisti che cercano una combinazione di avventura, spiritualità e scoperta culturale.

Inoltre, la regione dell’Umbria, di cui Assisi fa parte, è conosciuta per la sua ricca tradizione culinaria. I visitatori possono gustare specialità locali come il tartufo nero, i formaggi pecorino, l’olio d’oliva e i vini pregiati. L’enogastronomia umbra può essere un’esperienza culinaria affascinante per i turisti che visitano Assisi.