affresco di san pietro
La vita di San Pietro
3 Maggio 2023
Dipinto di Sant'Ignazio
San Ignazio di Loyola: la vita di un Santo che ha illuminato il mondo
5 Luglio 2023

Santa Savina: una Santa dalle origini misteriose

Mosaico di Santa Savina

La Vita di Santa Savina

Secondo alcune leggende, Savina nacque in una nobile famiglia romana nel IV secolo. Crescendo, dimostrò una profonda devozione verso la fede cristiana e una grande compassione verso i meno fortunati. Santa Savina dedicò gran parte della sua vita all‘aiuto dei bisognosi e alla diffusione del Vangelo. Visitava regolarmente gli ammalati, offrendo loro conforto e cure. La sua gentilezza e il suo amore per gli altri erano evidenti in ogni suo gesto. E’ stata descritta come una donna di grande saggezza e pazienza, sempre pronta ad ascoltare e a consolare coloro che si rivolgevano a lei in cerca di aiuto.

Le Opere

Le opere di carità sono molto conosciute in tutto il mondo, Savina ha dedicato gran parte delle sue ricchezze personali per aiutare i poveri fondando ospedali e orfanotrofi. Le leggende narrano anche di miracoli a lei attribuiti, come la guarigione di malati terminali e la moltiplicazione di cibo durante periodi di carestia.

La Beatificazione di Santa Savina

Nonostante la mancanza di informazioni storiche definitive sulla vita di Santa Savina, la sua fama di santità si diffuse rapidamente dopo la sua morte. La sua tomba divenne un luogo di pellegrinaggio per i fedeli che cercavano il suo aiuto spirituale. Nel corso dei secoli, la devozione per Santa Savina crebbe e la Chiesa cattolica decise di avviare il processo di beatificazione. Dopo un’approfondita indagine, Santa Savina fu ufficialmente beatificata, riconosciuta come beata e venerata da molti fedeli in tutto il mondo.

La storia di Santa Savina ci ricorda che anche le persone comuni possono compiere gesti straordinari attraverso la forza della fede e dell’amore verso gli altri.

La leggenda del miele di Santa Savina

Nel periodo di persecuzione dei cristiani, molti furono uccisi; fra questi Felice e Nabore, due soldati che furono arrestati, torturati ed infine decapitati. I loro corpi furono trafugati da Santa Savina che li tumulò nel suo giardino e li tenne nascosti per molti anni  fino a quando, finito il regno di Diocleziano, il vescovo di Milano decise di recuperare i corpi di tutti i Cristiani per dare loro degna sepoltura. Savina venuta a conoscenza del fatto decise di traslare le reliquie dei martiri da Lodi a Milano, nascondendoli  in una botte. Alle guardie delle porte di Milano, per poter passare senza problemi, santa Savina disse che trasportava miele da vendere al mercato. Le guardie non le credettero, ma quando controllarono il contenuto della botte trovarono effettivamente del miele, così santa Sabina poté passare e i due martiri ebbero una degna sepoltura. In seguito, per ricordare questo avvenimento, quel luogo cambiò nome da villaggio del grano a Melegnano (“mel” latino e forma dialettale = miele).

La statua

La statua incarna l’eccellenza artigianale toscana. È realizzata con maestria da abili artigiani che mettono il loro cuore e la loro passione in ogni singolo dettaglio. Ogni statua è unica, grazie al processo di lavorazione completamente artigianale e alle decorazioni fatte a mano. Per informazioni non esitare a contattarci